Intervista al leggendario fotografo Andrew Kent